Acqua sàla

Aglio
La ricetta che presentiamo fa parte della tradizione contadina laurentina e permetteva di riutilizzare il pane ormai diventato duro. Per la sua sempicità di realizzazione, si prestava ad essere preparata anche lontano da casa

Spesso erano i contadini a preparare in questo modo un pasto frugale e veloce, per spezzare i morsi della fame nelle lunghe giornate di lavoro trascorse nei campi.
Ingredienti: pane duro, olio extravergine d’oliva, sale, acqua fresca, uno spicchio d’aglio.
Preparazione: Tagliate il pane a tocchetti e sistematelo in un recipiente profondo. Fate scendere sul pane un filo d’olio, sale ed uno spicchio d’aglio tagliato in 4 o 5 parti o precedentemente schiacciato con un pugno.
Pane ed aglio
Versate sul pane, lentamente, un bicchiere di acqua fresca facendo in modo che bagni l’aglio e tutti i tocchetti di pane. Raccogliete l’acqua che si deposita sul fondo del recipiente e ripetete l’operazione più di una volta fino a quando l’acqua non viene assorbita del tutto. Otterrete un pane bagnato ma non inzuppato d’acqua.
Non vi resta che assaggiare: ricetta fresca e gustosa, ideale per le sere d’estate e… per i mistrantropi.
 

6 Comments

  1. Buona questa ricetta!!! Mica avreste anche quella della ‘mbanata tipica di San Lorenzo Maggiore? Grazie e complimenti!

  2. Sarà una delle prossime, assieme alla ricetta dei peperoni imbottiti (di cui esistono due principali varianti: una con l’uovo, l’altra senza uovo – io propendo per la seconda)
    A presto…!

  3. Funghetta Allucinogena says:

    Veramente io ne conosco una terza: con le patate…SICURAMENTE meglio delle due varianti laurentine…

  4. Sannituzzo says:

    Ah ah ah – quella è la versione spuria e mi fermo qui con i commenti.
    Provata l’acqua sàla? Prova… prova… magari ti addolcisce la boccuccia :P

  5. Si! il pane fresco o secco fatto a San Lorenzo M. e’ inimitabile. La sua ricetta ( “acqua sale) mi ricorda una variazione che qui’ segue.
    Per una colazione calda invernale la variazione e’: Bollire il pane secco con abbastanza acqua da usare come brodo. ( Si puo’ anche aggiungere uova battute.) Quando il pane e’ cotto (soffice ) si toglie la tegola da fuoco, si strizza il tutto con gl’incredienti su’ descritti, prezzemolo fresco e formaggio grattugiato.
    Pia De Rosa/ Eckwortzel San Diego, Ca. Maggio-16-12

  6. Gaetano Ferrara says:

    Grazie signora Pia per aver riportato i Suoi ricordi. La ricetta indicata da Lei è una variante del “pàne cuótte”: si immergono per paio di minuti delle fette di pane duro nell’acqua bollente, poi si toglie dall’acqua bollente con una schiumarola a pala (un mestolo dal cucchiaio piatto traforato) e si ripongono il un piatto quindi si condiscono con un filo d’olio extravergine di oliva e sale.

Leave a Reply to Sannituzzo Cancel reply