Il “Bambinello”, testimone della fede laurentina

Il Bambinello
A San Lorenzo Maggiore sopravvive una tradizione tramandata da decenni. Una statuetta di Gesù Bambino, chiamata affettuosamente “il Bambinello”, è conservata in una teca di legno e viene ospitata ogni settimana da una famiglia diversa.

Fino ad un decennio or sono, il nominativo della famiglia che era destinata ad ospitare il Bambinello, veniva estratto da un’urna, ogni domenica. Il nucleo familiare che prendeva in consegna la preziosa teca di legno, la portava a casa riponendola su un mobile nella stanza più adatta ad accogliere ospiti e visitatori. Davanti ad essa venivano accesi ceri e candele in segno di devozione o come suffragio.
Per l’intero periodo in cui il Bambinello era ospite della famiglia, l’abitazione diveniva il punto di incontro di tutto il vicinato per la recita serale del rosario. Al tramonto si davano appuntamento le donne ed i bambini del vicinato ed anche qualche uomo i quali, dopo aver salutato il Bambinello – con un bacio sul vetro che chiude la teca di legno, col segno della croce o togliendosi il cappello – si sedevano in circolo davanti alla teca di legno e cominciavano a pregare.
Allo scadere della settimana (a volte potevano essere anche due settimane) il Bambinello veniva riportato in chiesa e restituito alla devozione di tutti i fedeli facendo, contestualmente, un’offerta per la parrocchia.
Una volta il Bambinello era adornato di oggetti votivi d’oro (monili, bracciali) che poi sono stati tolti dalla teca per non rendere il Bambinello l’appetibile oggetto di insane brame.
Ancora oggi le famiglie laurentine possono avere il privilegio di ospitare il Bambinello. Chi desidera accoglierLo nella propria abitazione, può recarsi nella Chiesa Madre della parrocchia di San Lorenzo Martire e prenderlo in consegna, previo nullaosta del parroco.
La statua del Bambinello è un vero e proprio “testimone” della fede, nel duplice significato del termine: sia perché con la sua presenza attesta la devozione della comunità – garante della fede genuina dei laurentini – sia perché viene passato di famiglia in famiglia, come in una ideale staffetta della fede.
Gesù Bambino
 

One Comment

  1. franco sarrapochiello says:

    Caro Gaetano sono Franco il direttivo del cub S.Lorenzo Toronto Canada o visto la foto del bambinello Gesu`
    mi a fatto ricordare della mia infanzia .io qui questa tradizione lo incomingiata il 25 dicembre 2002 alla mia parrocchia
    chiesa S.Leone uguale come ai miei tempi come descrivi te sull` articolo del bambinello e` bellissimo tutti sono contenti ogni settimana di portarsi il Bambinello Gesu` a casa e recitare il Santo rosario
    inviaci qualcosa di recente e grazie per tutto ciao a sentirci presto