Il brigante Cosimo Giordano

Nel libro “Altre storie di briganti” di Abele De Blasio sono riportati aneddoti ed episodi che vedono protagonisti alcuni dei più famosi briganti
“Altre storie di briganti” – Prove di altropologia criminale
di Abele de Blasio (probabilmente scritto nel 1908)
ristampato nell’ottobre 2005
da Capone Editore & Edizioni del Grifo
come volume IV della collana Storie dal Sud
supplemento de La Gazzetta del Mezzogiorno
Nel libro di Abele De Blasio – di cui purtroppo non possiamo proporre l’acquisto on-line – sono riportati aneddoti ed episodi che vedono protagonisti alcuni dei più famosi briganti che, nel decennio successio all’unità d’Italia, costellarono di delitti e rapine le regioni continentali del Meridione e del versante orientale degli Appennini centrali fino all’Abruzzo.
Nel capitolo dedicato al brigante Cosimo Giordano si apprende che qualche elemento della omonima banda proveniva da S. Lorenzo Maggiore (p. 97) ed ancora che il 13 settembre 1862 fu proprio la banda di Cosimo Giordano ad uccidere Giuseppe Brizio di S. Lorenzo Maggiore (pp. 109-111). Secondo il racconto del De Blasio, Giuseppe Brizio insieme al sindaco di Guardia Sanframondi, avvocato Giovanni Pingue, ed a Raffaele Pigna, capitano della Guarda Nazionale in quell’occasione al comando di un drappello di quattro uomini, stavano recandosi a Cerreto Sannia per conferire col Sotto-Prefetto, quando si imbatterono in una banda di briganti di cui facevano parte Cosimo Giordano ed il “Pilucchiello”. Vi fu uno scambo di colpi di arma da fuoco e restarono a terra, senza vita, Giuseppe Brizio ed il brigante De Simone. I loro corpi furono portati a Guardia Sanfamondi e deposti nella congrega di S. Maria.
Il libro di De Blasio si conclude con testi di leggi emanate per tentare di arginare e stroncare il fenomeno del brigantaggio.
Dello stesso autore, segnaliamo i libri:
Storie di briganti
Inciarmatori, maghi e streghe di Benevento (rist. anast. 1900)
Brigantaggio tramontato (rist. anast. 1908)
Il tatuaggio (rist. anast. 1905)

 

L’occupazione tedesca nella provincia di Benevento

L’occupazione tedesca nella provincia di Benevento (8 settembre – 28 ottobre 1943)
di Alfredo Zazo, libro pubblicato nel 1944
L’8 settembre 1943 le radio trasmisero il comunicato che annunciava la firma dell’armistizio tra il Regno d’Italia e gli Alleati. Le truppe germaniche in Italia mutarono atteggiamento nei confronti dei soldati italiani e della popolazione civile: se prima avevano diffidato del debole e pavido alleato, ora covavano rancore ed odio che, negli affioramenti improvvisi, incominciarono a costellare le contrade d’Italia di lutti e rovine: rappresaglie alle azioni di sabotaggio o all’atteggiamento ostile col quale le truppe germaniche venivano accolte.
Anche il Sannio pagò un tributo in quei mesi drammatici, un pedaggio di sangue per il transito delle truppe germaniche in ritirata.
Il libro L”occupazione tedesca nella provincia di Benevento (8 settembre – 28 ottobre 1943) di Alfredo Zazo, pubblicato nel 1944 – acquistato su questo sito e recapitatomi con i fogli rilegati ma ancora in parte intonso – ripercorre quegli avvenimenti ricostruendone la successione, dai primi bombardamenti alleati su Benevento nell’estate del 1943 sino alla fine dell’occupazione tedesca (28 ottobre 1943).
Il capitolo introduttivo è una cronistoria degli eventi bellici che ebbero come teatro il capoluogo sannita, sino all’ingresso degli Alleati in città.
La parte centrale e più interessante del libro è costituita dalla ricostruzione degli eventi bellici nei paesi della provincia. Ad ogni paese è dedicata una scheda in cui sono riportati sinteticamente gli eventi rilevanti, le azioni di rappresaglia, i nomi dei morti e dei feriti per causa di guerra.
Le quattro appendici conclusive, infine, sono, in ordine: l’elenco degli episodi rilevanti che ebbero luogo a Benevento dal 20 agosto al 3 ottobre 1943, tratto dal taccuino di un professore del Collegio de La Salle; la ricostruzione degli eventi e delle circostanze nelle quali il primo soldato sannita – Adriano Raffa – trovò la morte per mano germanica; l’occupazione tedesca e la successiva liberazione di Fragneto Monforte; l’opera di assistenza profusa dagli abitanti di San Gregorio, per iniziativa del parroco, in soccorso degli sfollati e dei soldati inglesi ed indiani che, evasi dai campi di concentramento, trovarono riparo nelle valli e sulle colline alle pendici del Matese.
A p. 71 è pubblicata la scheda dedicata a S. Lorenzo Maggiore. Si possono leggere i nomi delle due vittime del cannoneggiamento tedesco (uno dei quali di Guarda Sanframondi) e di un uomo ferito dai Tedeschi per non aver prontamente adempiuto ad una loro richiesta. Si apprende, inoltre, che i Tedeschi saccheggiarono abitazioni, asportarono ex voto d’oro e d’argento dalle chiese e derrate alimentari dall’ammasso locale. Ritirandosi, fecero saltare in aria cinque ponti nel tentativo di rallentare l’avanzata degli Alleati.

G. Ferrara
 

Speciale Elezioni 2005

Per chi volesse ancora maggiori informazioni sui risultati delle elezioni del 2005 può visitare il sito della Prefettura di Benevento.
Dati ufficiali sulle elezioni a San Lorenzo Maggiore
Dati ufficiali sulle Regionali (dati limitati alla Provicia di Benevento)

 

Sannio: i libri da leggere

Presentiamo un elenco di libri sul Sannio, che potete acquistare con un semplice click, che spaziano dalla culinaria all’architettura, dalla storia alla magia

 

Fotografie del centro storico

Le fotografie del centro storico ritraggono il nucleo più antico di San Lorenzo Maggiore.

&nbsp


 

Fotografie fontana

La fontana ritratta in questa raccolta di foto è situata in Piazza Antinora, sicuramente la più caratteristica del paese.

&nbsp


 

Fotografie Cloache

Le Cloache assicuravano una protezione sul versante meridionale del nucleo originario di San Lorenzo Maggiore.

&nbsp


 

Fotografie via Portavalle

Portavalle è una delle porte che permetteva l’accesso al centro abitato, difeso da ostacoli naturali e da costruzioni disposte lungo il perimentro.

&nbsp


 

Elezioni Comunali 2005 – risultati

Risultati delle Elezioni Comunali del 3 e 4 aprile 2005 – fonte Ministero dell’Interno
Riportiamo qui di seguito i risultati delle Elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di San Lorenzo Maggiore del 3 e 4 aprile 2005 (fonte Ministero dell’Interno).

Lista Candidato Sindaco Voti Perc. Seggi
Il Ponte dott. Angelo Fasulo 910 55,5% 8
Il Sole avv. Carmine Meoli 730 44,5% 4
Totale   1640 100% 12
 

Nasce il sito web…!

La necessità di avere un riferimento on-line dedicato a San Lorenzo Maggiore ci ha indotti a realizzare questo spazio virtuale ibrido, a metà tra un blog ed un sito web
Ospiteremo sulle nostre pagine gli interventi di tutti coloro che vogliano esprimere le loro opinioni, che vogliano fornire notizie di qualsiasi genere relative a San Lorenzo Maggiore. Cercheremo, gradualmente, di rendere questo piccolo web-blog un punto d’incontro e di confronto tra coloro a cui stanno a cuore le sorti del nostro paese, il suo sviluppo economico, la sua evoluzione sociale e la sua crescita culturale.
Per inviare i vostri articoli o materiale da pubblicare sul sito web, potete scrivere a info@sanlorenzomaggiore.net oppure consegnare il materiale brevi manu alla sede legale della impresa individuale “Informatica Ferrara di Ferrara Gaetano“, allegando al materiale (immagini, testi etc.) la seguente liberatoria legale:

Dichiaro di essere l’autore del materiale – testi, immagini, disegni etc. – che invio/consegno con la/il presente e-mail/lettera/plico e di poterne disporre liberamente. Si solleva “Informatica Ferrara di Ferrara Gaetano” da ogni responsabilità in relazione alla provenienza di detto materiale. Si autorizza “Informatica Ferrara di Ferrara Gaetano” alla pubblicazione di questo materiale senza che mi vengano corrisposti royalties o diritti di sorta e di utilizzare questo materiale per le finalità connesse allo sviluppo del sito web denominato “San Lorenzo Maggiore .net”. Dichiaro altresì di aver letto con attenzione l’informativa sulla privacy riportata all’indirizzo web www.informaticaferrara.com alla pagina www.informaticaferrara.com/info_privacy.php prevista dal DLGS n. 196/03 e di accettare di conferire i miei dati personali. Ai sensi dell’art. 23 del DLGS 196/03, il sottoscritto ne autorizza il trattamento per le finalità connesse agli scopi della presente comunicazione, ossia per la messa on-line del materiale inviato, se ritenuto idoneo per la pubblicazione.

Vi auguriamo una buona permanenza sul sito web dedicato a San Lorenzo Maggiore e ci auguriamo che vogliate ritornare spesso a trovarci.

Lorenzo Ferrara e Gaetano Ferrara